"Tiwanaku - La Leggenda" di Cristina M. D. Belloni


È la storia del popolo Huari che viveva sul lago Titicaca molto prima che gli Incas ne invadessero i territori. Tre ragazzini di quella etnia, due gemelli ed un trovatello, si trovano per caso, mentre pescano sul lago, a naufragare sulla temuta isola del Sole, della quale le leggende narravano fosse infestata da mostri. Infatti i ragazzi incontreranno piccoli mostriciattoli famelici ed il grande Mallko, un uccello preistorico che rapirà uno di loro.


Gli altri due torneranno verso casa per avvertire dell’accaduto. Ma non troveranno aiuto perché nel mentre, lo Sciamano aveva convocato tutti gli uomini dei villaggi in un accampamento situato a due giorni di cammino da quello dei bambini, in quanto era arrivata la notizia che gli Aymara, una bellicosa popolazione vicina, volessero attaccare l’altopiano per impadronirsi delle risorse del lago. Quindi i gemelli decidono di non aspettare il ritorno del padre ma di avventurarsi da soli per cercare il loro amico. Vogheranno sul lago nella direzione verso la quale avevano visto sparire il “drago” ed incontreranno vari personaggi che indicheranno loro la strada verso Tiwanaku, dove il grande uccello aveva presumibilmente portato il ragazzo.


Nel frattempo lo sciamano Huari intraprenderà una spedizione con tre giovani compagni, verso la dimora di un vecchio Sapiente nella foresta per chiedergli consiglio su come fare a scampare delle terribili truppe Aymara, supportate per altro, da un potente stregone capace di soggiogare le forze maligne della giungla e di risvegliare l’orda dei Giganti che era stata tramutata in pietra da un antico sortilegio. Nel loro cammino troveranno ostacoli e impedimenti, ma riusciranno ad arrivare dal Sapiente e dalla sua pupilla Kusi.


Intanto il padre dei ragazzi, non trovandoli al suo ritorno, e informato che qualcosa era successo all’isola del Sole, partirà alla loro ricerca. Arriverà all’alba sull’isola ma riuscirà a stento a scampare dalle grinfie di una grande bestia, cadendo ferito nelle acque del lago. Si ritroverà sull’altra sponda, trasportato esanime da una tartaruga gigante.


Anche lui avrà indizi che lo porteranno verso Tiwanaku, ma sarà catturato da un drappello di soldati. Tutto converge verso la città, abbandonata misteriosamente dai suoi abitanti molti anni prima, durante un assedio. Nei suoi sotterranei si nasconde il segreto di un passaggio verso un altro mondo.


Tiwanaku è a ad oggi un mistero archeologico. Già antica e disabitata al tempo degli Incas, non si ha nozione di chi possa averla edificata, e nemmeno come. Le sue rovine, assieme alle rovine della vicina Puma Punko ( la porta del puma) possiedono criteri di costruzione molto avanzati rispetto alla presunta epoca ( età del rame) a cui presumibilmente potrebbero risalire.

La storia si avvale di nozioni storiche (i popoli citati hanno vissuto veramente in quell’epoca nel territorio, sono reali anche i loro modi di comunicazione), delle leggende locali ( la nascita di Tiwanaku, i giganti, il portale su altri mondi ed alcuni dei nomi degli spiritelli), e di parti di fantasia, quali tutti i personaggi e la vicenda in sé.


Edito dalle Edizioni Albatros-Il filo di Roma, parte del ricavato sarà destinato ai laboratori solidari di scrittura “LetterariaMente”.





L'Autrice


Cristina M. D. Belloni nasce in Lunigiana e si trasferisce in tenera età in Liguria.

Dopo aver seguito studi artistici si interessa appassionatamente ad approfondire i meccanismi e l’evolversi della storia dell’arte contemporanea.


Proprio in qualità di critico d’arte e corrispondente, negli anni ’80 e ’90, ha firmato saggi e recensioni per alcuni dei maggiori periodici del settore, tra i quali: Terzoocchio delle edizioni Bora di Bologna, Flash Art di Milano Julier di Trieste ed il genovese ExArte.


Inoltre affiancherà attivamente come consulente la famosa galleria d’Arte avanguardistica Fluxia durante tutto il periodo della sua esistenza.


Ha partecipato all’organizzazione di numerosi eventi, tra i quali l’anniversario del centenario dell’Istituto d’Arte di Chiavari e la commemorazione del trentennale della morte del poeta Camillo Sbarbaro a S. Margherita L.


Nel 2010 pubblica il suo primo romanzo: “La strana faccenda di via Beatrice D’Este”, un giallo fantasioso e “intimista”.


Nel 2018 pubblica il fantasy storico “Tiwanaku La Leggenda” ispirato alla storia ed alle leggende delle Ande pre-incaiche. Attualmente collabora con alcuni blog e riviste on-line come “Chili di libri, “Accademia della scrittura”, “Le passioni di Florence”e “L’artefatto” occupandosi ancora di critica d’arte e di recensioni letterarie.



Link di acquisto Amazon




Scopri la saga Guerriera dal Cuore di Diamante con:


"L'Angelo Rivelato", vol. I

"Il Risveglio dell'Angelo", vol. II


in ebook e cartaceo su Amazon!


Clicca sulle immagini per leggere i primi capitoli gratuitamente!